Dopo aver iniziato un periodo di preview ad aprile, finalmente Office 2019 comincia ad essere disponibile nella sua forma definitiva, sia su Windows che su Mac. L’aggiornamento è pensato per tutti coloro che non hanno sottoscritto un abbonamento ad Office 365.

Cosa troveremo nella nuova versione di Office? Per i clienti Office 365 ProPlus probabilmente non ci saranno novità di sorta, dato che Microsoft indica che Office 2019 integrerà al suo interno tutta una serie di aggiunte e miglioramenti che sono state incluse in Office 365 ProPlus negli ultimi 3 anni.

Tra le aggiunte, comunque, possiamo trovare animazioni migliorate su PowerPoint (con il Morph e lo Zoom), miglioramenti al supporto per il pennino, nuovi sistemi di analisi dei dati e sistemi di gestione dell’attenzione per focalizzarsi sui contenuti che importano davvero senza distrarsi.

Ovviamente anche i server di Microsoft si adatteranno al cambiamento: nelle “prossime settimane” verranno rilasciati anche Exchange Server 2019, Skype for Business Server 2019, SharePoint Server 2019 eProject Server 2019.

Come al solito, Office 2019 è un pacchetto “statico”: la versione rilasciata non riceverà aggiornamenti con funzionalità aggiuntive. Al suo interno troviamo le nuove versioni di Word, Excel, PowerPoint, Outlook, Project, Visio, Access e Publisher (questi ultimi 4 solo su Windows).

Per chi ha paura che questa sia l’ultima versione “non basata sul cloud” di Office, vogliamo rassicurarvi: Microsoft continuerà a produrre queste versioni perché “ogni cliente è in un punto diverso nell’adozione delle tecnologie cloud”. Da oggi Office 2019 è disponibile per le licenze di volumi commerciali, mentre per tutti gli altri (ovvero: noi comuni consumatori) la disponibilità è fissata per le “prossime settimane”