Microsoft ha distribuito nelle scorse ore la prima versione di 19H2 agli Insiders del canale Slow (build 18362.10000) avviando così i test. Non ci saranno grandi novità a livello di caratteristiche o cambiamenti.

Come spiegato da Dona Sarkar, a campo del programma Windows Insiders, “19H2 includerà una serie di funzionalità mirate dedicati a migliorare le prestazioni in alcuni frangenti, funzionalità aziendali e miglioramenti della qualità e sarà distribuito ai clienti che eseguono l’aggiornamento di maggio 2019 usando la tecnologia di manutenzione (la stessa del processo di aggiornamento cumulativo mensile)”.

Praticamente 19H2 può essere visto come un “Service Pack” di 19H1. La buona notizia è che quindi non dovrebbe richiedere parecchio tempo per quanto riguarda l’installazione.

Presupponendo che i test dei Windows Insiders vadano per il meglio, i PC presenti nelle nostre case dovrebbero poter installare l’aggiornamento a partire da settembre.

La versione 20H1 prevista invece per la primavera 2020 invece sarà un major update tradizionale, con alcune novità e tanti cambiamenti sotto il cofano (per questo è in test già da mesi), di cui ci sarà tempo e modo di parlarne.