Secondo quanto scoperto da Neowin, nel documento rilasciato da Microsoft riguardo i requisiti hardware minimi la casa di Redmond afferma che “a partire da Windows 10 versione 2004, tutti i nuovi sistemi con Windows 10 dovranno utilizzare build 64 bit e Microsoft non rilascerà più build 32 bit per gli OEM”.

Le due versioni di Windows 10 sono simili, utilizzano la stessa interfaccia e hanno le stesse funzionalità, ma pensandoci la notizia non ci coglie poi così di sorpresa: Windows 10 32 bit può utilizzare solamente 4GB di RAM, un quantitativo ormai insufficiente per la gran parte dei PC moderni. I sistemi più recenti infatti hanno tutti almeno 8GB di memoria RAM e utilizzano già Windows 10 64 bit.

Per l’utente finale che compra un PC fisso o portatile preassemblato, con Windows 10 già installato al suo interno, non cambia praticamente niente: semplicemente si ritroverà con una versione di Windows 10 64 bit anziché 32 bit. Ma cosa succederà a chi invece utilizza un PC con Windows 10 32 bit? La risposta arriva direttamente da Microsoft.

“Questo cambiamento non impatta in alcun modo i PC prodotti con versioni precedenti di Windows 10 e che usano la versione 32 bit del sistema operativo. Microsoft continuerà a fornire funzionalità e aggiornamenti di sicurezza su quei dispositivi, includendo supporti 32 bit nei canali non OEM in modo da supportare diversi scenari d’aggiornamento”.

Sembra quindi che chi ha già un computer con Windows 10 32 bit possa stare tranquillo, nonostante l’intenzione di Microsoft di unificare tutti i sistemi degli utenti sotto Windows 10 64 bit. Ma come si può capire la versione di Windows 10 installata sul proprio PC?

Fortunatamente il procedimento è molto semplice: vi basterà aprire il menu Start e cliccare l’icona dell’ingranaggio per aprire le impostazioni. Qui dovrete selezionare Sistema, dopodiché cliccare su “info sul sistema”: vi troverete davanti una schermata come quella che vedete qui sotto che vi fornirà alcune informazioni sul vostro PC, compresa la versione di Windows 10 installata.

Se da questo rapido controllo avete scoperto che il vostro PC utilizza Windows 10 32 bit, non disperate: come detto in precedenza, Microsoft continuerà a fornire aggiornamenti ai sistemi già esistenti, quindi per il momento potete continuare a usare il vostro computer senza preoccupazioni e dormire sonni tranquilli.