Windows 10 è arrivato a quota 900 milioni. Tanti sono i dispositivi e i PC sui quali è installato il sistema operativo di Microsoft: risultato che anticipa l’evento del 2 ottobre in cui vedremo i nuovi Surface.

900 milioni e non sentirli. Non si tratta di anni, ma di tutti i dispositivi nel mondo – soprattutto PC – che sono governati da Windows 10. E l’aumento non ha alcuna intenzione di arrestare la propria corsa.

A parlare dei numeri di Windows 10 è stato Yusuf Mehdi, vicepresidente di Microsoft, in un tweet, nel quale afferma entusiasta che, a parità di periodo, negli ultimi 12 mesi si sono aggiunti dispositivi Windows 10 al totale come mai prima d’ora.

I 900 milioni di dispositivi dichiarati vengono fuori da un rapporto interno, che arriva a ridosso dell’evento del 2 ottobre a New York, durante il quale Microsoft mostrerà i nuovi hardware della linea Surface – compreso un probabile dual-screen – e che abbiamo già sgranato in un altro articolo.

Windows 7, con una fine predestinata al 14 gennaio 2020, sta alla porta e guarda allontanarsi Windows 10, il figliol prodigo derivato da un sistema operativo che ha contribuito a risollevare l’immagine e la stabilità di Windows.

Tuttavia, a osservare i dati di agosto 2019 pubblicati da Netmarketshare, si nota che Windows 7 è ancora presente sul 36% dei desktop e dei laptop mondiali, ma con una forbice sempre più aperta. Significa che 3 PC su 10 hanno a bordo ancora un sistema operativo vecchio di “due versioni”, e che fa mangiare la polvere anche al povero Windows 8.1, ormai fermo al palo con il 4% di share.