Da alcuni giorni Microsoft ha iniziato a far comparire sui PC con Windows 7 un messaggio che avvisa della fine del supporto del sistema operativo tra meno di nove mesi.

Alcuni giorni fa Microsoft ha iniziato ad attivare un messaggio in Windows 7 Home Premium e Ultimate per ricordare agli utenti che il loro sistema operativo non sarà più supportato tra meno di nove mesi. È così iniziata ufficialmente l’operazione “reminder” annunciata un mese fa, quando Microsoft avvisò gli utenti di Windows 7 che ad aprile sarebbe iniziato a comparire sui loro PC questo messaggio, in cui si legge “Dopo 10 anni il supporto per Windows 7 sta per finire”.

Si suppone che spuntando la casella Non ricordarmelo più si possa porre fine a questi messaggi, mentre facendo click sul pulsante Ulteriori informazioni il browser predefinito dell’utente viene indirizzato a questo sito webdove vengono fornite ulteriori informazioni sulla fine del supporto e le varie opzioni collegate a questa deadline. Microsoft ha abilitato questo avviso attraverso l’aggiornamento KB4493132, che è stato scaricato e installato più di una volta su alcuni PC (più precisamente il 27 marzo e il 4 aprile).

Dall’annuncio iniziale del 12 marzo, Microsoft ha chiarito quali PC mostreranno l’avviso. “Questo aggiornamento non è applicabile ai dispositivi nelle organizzazioni gestite”, si legge nel documento di supporto KB4493132. “In particolare, questo aggiornamento non verrà installato sui dispositivi che eseguono edizioni Professional ed Enterprise di Windows 7 e sui prodotti Windows Server.”

Ricordiamo che Microsoft rilascerà l’ultimo aggiornamento di sicurezza gratuito di Windows 7 il 14 gennaio 2020. Solo i clienti commerciali che acquisteranno gli Extended Security Updates (ESU) continueranno a ricevere patch mensili dopo tale data. Secondo Net Applications Windows 7 lo scorso mese era ancora installato su circa 626 milioni di personal computer in tutto il mondo.